Blühendes Barock Ludwigsburg IT > Giardino delle fiabe > Le fiabe da leggere > Le scarpe logorate dal ballo (Die zertanzten Schuhe)

Le scarpe logorate dal ballo

Le scarpe logorate dal ballo - Dove ballano le dodici figlie del re ogni notte tanto da logorare le loro scarpe?

Un re aveva dodici belle figlie che dormivano insieme in una grande stanza. Quando la sera andavano a letto il padre chiudeva con un catenaccio la porta della loro stanza. Tuttavia, ogni mattino, le loro scarpe erano logore a forza di ballare. Per svelare il loro segreto il re promise il trono e la figlia più bella in sposa a chi fosse riuscito a scoprire dove le principesse ballavano di notte. Molti giovani ci provarono tuttavia non appena calata la notte si addormentavano sul loro posti di vedetta.

Un giorno un giovane soldato povero e ferito si avviò verso il castello. Una vecchia signora lo incontrò e gli chiese dove stesse andando. "Voglio scoprire dove ballano di notte le figlie del re e diventare così re." La vecchia gli suggerì: "Non bere il vino che ti verrà servito la sera. Contiene del sonnifero." La donna gli diede un mantello e disse: "Indossalo di notte e diventerai invisibile. In questo modo potrai seguire le giovani senza farti notare."

Il soldato si presentò al castello e volle provare. La sera la più grande delle figlie gli portò un bicchiere di vino. Il soldato fece solo finta di berlo, poi si mise a letto e simulò di russare. Dopo un po' le dodici figlie del re si alzarono, indossarono meravigliosi abiti e scesero giù per una botola nascosta sotto il letto della figlia maggiore. Il soldato si avvolse nel mantello e le seguì in un castello sotterraneo con un viale di alberi fatti d'argento, d'oro e di diamanti. Il soldato prese da ogni albero una foglia come prova. Arrivarono in una sala da ballo tutta illuminata dove risuonava della musica. Qui le figlie incontravano ogni notte dodici principi colpiti da incantesimo e ballavano con loro per liberarli. La mattina tornarono nella loro stanza con le scarpe tutte logore.

Quando il re domandò dove avessero passato la notte le sue figlie, il soldato rispose: "Con dodici principi in un castello sotterraneo". E come prova mostrò le foglie d'argento, d'oro e di diamanti. E così il re venne a capo del mistero. Come ricompensa il povero soldato ottenne il trono di re e la figlia maggiore in sposa.