Blühendes Barock Ludwigsburg IT > Giardino delle fiabe > Le fiabe da leggere > I musicanti di Brema (Die Bremer Stadtmusikanten)

I musicanti di Brema

I musicanti di Brema - Come un asino, un cane, un gatto e un gallo cacciarono una banda di briganti

Un asino, un cane, un gatto e un gallo erano diventati vecchi e quindi inutili per il loro padrone. I quattro animali decisero di andare insieme nella grande città di Brema, dove intendevano guadagnarsi il pane quotidiano come musicanti di strada.

Mentre erano in cammino, giunsero in una foresta buia e oscura. Poiché la strada per Brema era ancora lunga, decisero di trascorrere qui la notte. Poco dopo scorsero una casetta con un lume che ardeva e una tavola imbandita con tante prelibatezze. Intorno al tavolo sedeva una banda di briganti che stava mangiando arrosto e bevendo vino. Poiché erano tanto affamati, gli animali decisero di cacciare i briganti. Ed escogitarono quindi un piano.  

L'asino doveva appoggiarsi alla finestra con le zampe davanti, il cane saltare sul dorso dell'asino, il gatto arrampicarsi sul cane, e infine il gallo si alzò in volo e si posò sulla testa del gatto. Fatto questo, a un dato segnale incominciarono tutti insieme il loro spaventoso concerto: l'asino ragliava, il cane abbaiava, il gatto miagolava e il gallo cantava. Poi piombarono nella stanza e i briganti spaventati fuggirono atterriti nel bosco. Soddisfatti, gli animali sedettero a tavola, mangiarono e bevvero a volontà e poi andarono a dormire.

Passata la mezzanotte, i briganti videro da lontano che in casa non ardeva più nessun lume e quindi tornarono indietro. Il capo mandò uno dei suoi uomini dentro per vedere se si poteva rientrare. Il brigante si infilò in casa e accese un fiammifero per vedere meglio. Ma il gatto gli saltò in faccia soffiando e graffiando. Per la paura il brigante fuggì dalla porta sul retro, ma lì giaceva il cane che gli morse la gamba. L'asino gli diede un potente calcio con gli zoccoli e il gallo svegliato dal trambusto gli strillò dietro. Il bandito conciato per le feste raccontò al capo che la casa era infestata di fantasmi. Da allora i briganti non si arrischiarono più a ritornare nella casa, ma i quattro musicanti di Brema ci stavano così bene che non vollero più andarsene.